Area di Monte Giulio e Capitaneria

Monte Giulio

Il complesso di Monte Giulio

Non lontano del Museo delle Navi, proseguendo verso l’ingresso dell’aeroporto internazionale “Leonardo da Vinci”, si incontra la bassa collina di Monte Giulio. Questa altura si è formata nel corso del tempo sopra un’antica banchina portuale, che costituiva il limite settentrionale del grande bacino portuale di Claudio. Sopra la banchina sorgeva una serie di edifici indagati a più riprese a partire dal 1968, posti ai lati di via Guidoni. Sul lato meridionale della strada sono visibili i resti di  una grande cisterna, accanto alla quale sorgeva un piccolo impianto termale.

 

La Capitaneria

Sul lato settentrionale, presso la moderna stele ai Caduti di Kindu, si trovano i resti della cd. Capitaneria, un complesso per la gestione del traffico portuale dove dovevano trovarsi uffici e spazi di rappresentanza. Uno degli ambienti era finemente decorato con affreschi: negli anni Ottanta si è potuta recuperare la decorazione dipinta di una volta. Secondo quanto emerso dagli scavi le fasi edilizie di questi edifici coprono un vasto orizzonte cronologico, che comprende il periodo dal regno di Claudio (37-54 d.C.) alla tarda antichità; in particolare la Capitaneria fu costruita nel II secolo e restaurata a più riprese fino al IV secolo.

Per l’assenza delle condizioni minime di sicurezza, i resti non sono attualmente visitabili.