La miscellanea Guido Calza

Ritratto fotografico di Guido CalzaRitratto fotografico di Guido Calza nel 1940 (Fondo G.Calza, b.58). Guido Calza (Milano, 21 aprile 1888 - Roma, 14 aprile 1946) è stato per più di vent'anni direttore degli Scavi di Ostia.

Dopo gli studi all'Università di Roma con Karl Julius BelochDante Vaglieri, nel 1912 fu nominato ispettore alle antichità presso gli Scavi di Ostia, dove iniziò a collaborare con Italo Gismondi e con il suo maestro Vaglieri. Partito volontario nella Grande Guerra, studiò con particolare attenzione la sistemazione dei resti archeologici del Friuli Venezia Giulia, dell'Istria e della Dalmazia, pubblicando anche una guida illustrata di Pola. Dopo una spedizione in oriente, decise di tornare a Ostia, dove venne nominato Direttore degli scavi nel 1924. Durante i vent'anni della sua direzione raddoppiò l'estensione dell'area scavata: prolifico e attivissimo divulgatore, scrisse un gran numero di articoli, contributi giornalistici, memoriali e monografie, in gran parte conservati nella Biblioteca Ostiense all'interno di faldoni rilegati.

Ebbe molteplici interessi: nei primi anni, forse per influenza del padre Arturo Calza, si concentrò sull'edilizia romana, teorizzando il parallelo tra i complessi abitativi intensivi dell'antichità (le insulae) e i moderni condomini. In seguito chiarì l'articolazione interna e la funzione dei numerosi magazzini granari cittadini, gli horrea. Passato allo studio di Isola Sacra, riportò alla luce con una fortunata campagna di scavo la Necropoli del Portus Romae: pochi anni dopo fu la volta della Necropoli Laurentina, situata a sud della città. Appassionato anche di epigrafia, curò le prime edizioni dei Fasti Ostienses, indagò insieme a Gismondi i resti del castrum repubblicano, non tralasciò di interessarsi della scultura e dell'urbanistica della città antica. Attento anche alla valorizzazione, promosse attivamente il restauro degli edifici man mano riportati alla luce e sostenne fortemente la ricostruzione del teatro per ospitare le rappresentazioni teatrali classiche. Sostenuto attivamente dal regime durante il ventennio fascista, seppe sfruttare abilmente i suoi legami con il mondo accademico e politico, proponendo Ostia come maestoso fondale di rovine per l'Esposizione Universale del 1942, mai realizzata. 

Durante la Seconda Guerra Mondiale riuscì a salvare quasi interamente il patrimonio storico-artistico degli Scavi, disponendo un'efficace sistema di protezione antiaerea. Debilitato dalle vicende belliche, si spense nel 1946, non prima di aver riaperto al pubblico gli scavi e il Museo. Il funerale si tenne nella cd. "Basilica Cristiana" e ora riposa nella chiesa di S. Ercolano accanto al maestro Dante Vaglieri.

 

 

Gli inizi della carriera (1911-1923)

 

Calza GismondiGuido Calza e Italo Gismondi fotografati sulla via dei sepolcri di Ostia antica intorno al 1912-13 (Archivio Fotografico, Neg. B 1940).

 

1911

G. Calza, “Per l’autenticità dell’epigrafe reatina di L. Mummio” in RendLinc XX, fasc. 6, 1911, pp. 339-344.

G. Calza, “Tripolitania e Cirenaica Romane” in Bollettino dell’Associazione Archeologica Romana, I, 11, 1 novembre 1911, pp. 246-252.

1912

G. Calza, “Rappresentanze di provincie e di venti in un mosaico di Ostia” in BullCom 1912, pp. 3-12.

G. Calza, “Il mosaico di Nettuno delle Terme Ostiensi” in BA V, maggio 1912, pp. 199-204.

G. Calza, “Ostia” in Bollettino Associazione Archeologica Romana II, 10-12, ottobre-dicembre 1912, pp. 263-266.

1913

G. Calza, “L’utilità di Ostia per lo sviluppo di Roma antica” in Roma marittima, 30 giugno 1913, p. 15.

G. Calza, “I simboli del mercato ‘totius orbis’ nell’antico porto di Roma” in Roma marittima, 30 luglio 1913, p. 13.

1914

G. Calza, "Continuazione dello scavo sul decumano. Scoperta di nuove scholae nel portico dietro il teatro" in NSc 1914, pp. 69-74.

G. Calza, "Scavo presso l'edificio delle Pistrine. Scoperta di un monumento repubblicano e di un nuovo tipo di edificio privato. Tre nuove strade" in NSc 1914, pp. 244-254.

G. Calza, "Piazzale delle Corporazioni. Ritrovamento di nuove scholae" in NSc 1914, pp. 284-291.

G. Calza, "Scoperta di una nuova porta di età  repubblicana sul Decumano. Avanzi di '˜tabernae' del Foro Repubblicano (?)" in NSc 1914, pp. 426-429.

G. Calza, “Domus” in Dizionario Epigrafico di Antichità Romane, Vol. II, 1914, pp. 2046-2067.

G. Calza, "Afrodite armata" in Ausonia IX, 1914, pp. 172-184.

G. Calza, “Dante Vaglieri in Ostia” in Bollettino Associazione Archeologica Romana IV,1, 15 gennaio 1914, pp. 10-12.

G. Calza, “Ostia antica, un bilancio archeologico del 1914” in Roma marittima, 31 dicembre 1914, pp. 1-2.

1915

G. Calza, "Continuazione dello scavo di via della casa di Diana" in NSc 1915, pp. 27-31.

G. Calza, "Sterri nell'edificio detto delle Pistrine, e presso la casa di Diana. Statuette di bronzo ed oggetti vari rinvenuti in un santuario dedicato a Silvano" in NSc 1915, pp. 242-258.

G. Calza, "Le pergulae e i maeniana delle case ostiensi. Un nuovo santuario mitriaco nella casa detta di Diana" in NSc 1915, pp. 324-333.

G. Calza, “Expressions of art in a Roman commercial city: Ostia”, in JRS V, 1915, pp. 165-172.

G. Calza, “La preminenza dell’insula nella edilizia romana” in MonAnt XXIII, 1915, coll. 541-608.

G. Calza, “Il Piazzale delle Corporazioni e la funzione commerciale di Ostia” in BullCom 1915, pp. 178-206.

1916

G. Calza, "Scavi sul Piazzale delle Corporazioni, nell'isola tra il Decumano e la via nella Casa di Diana" in NSc 1916, pp. 138-148.

G. Calza, “Le case d’affitto in Roma antica” in Nuova Antologia, 1916, pp. 3–17.

G. Calza, “Scavo e sistemazione di rovine” in BullCom 1916, pp. 161-195.

G. Calza, “Un sobborgo di Roma Antica: Ostia” in Le vie d’Italia n. 2, febbraio 1916, pp. 109–112.

1917

G. Calza, "Scoperta di un frammento di Fasti" in NSc 1917, pp. 180-195.

G. Calza, "La casa detta di Diana - Un amuleto magico con l'effigie di Salomone" in NSc 1917, pp. 312-328.

G. Calza, “La statistica delle abitazioni e il calcolo della popolazione in Roma imperiale” in RendLinc XXVI, 1917, pp. 1-30.

1918

G. Calza, "Scoperta di Fasti di un collegio ignoto (Sexviri Augustales?)" in NSc 1918, pp. 223-245.

G. Calza, “L’arte magica di Salomone nella tradizione letteraria ed artistica” in BullCom 1918, pp. 85–100.

G. Calza, “Archeologia Pontificia e Nazionale” in Nuova Antologia 1, luglio 1918 pp. 3–10.

1919

G. Calza, "Scoperta di due piccole tombe presso il cimitero di S. Ercolano - Miscellanea epigrafica" in NSc 1919, pp. 70-80.

G. Calza, “A rival of Pompei: Ostia, the port of Rome” in Art and Archaeology VIII, dec. 1919, pp. 337-347.

1920

G. Calza, "Venezia Giulia - Tutela ed esplorazione di monumenti antichi" in NSc 1920, pp. 3-14.

G. Calza, “Gli scavi recenti nell’abitato di Ostia” in MonAnt XXVI, 1920, coll. 321-430.

G. Calza, “Contenuto e valore storico di alcuni fasti municipali” in BullCom 48, 1920, pp. 137-151.

G. Calza, “The monuments of the Adriatic 'Italia Redenta' ” in Art and Archaeology IX, 6, june 1920, pp. 259-270.

G. Calza, “Aviation and Archaeology” in Art and Archaeology X, 4, oct. 1920, pp. 148-150.

G. Calza, “Il patrimonio artistico e monumentale nel Trattato di Rapallo” in Tutto, II, 52, 26 dicembre 1920.

1921

G. Calza, "Ostia: Quattro nuove epigrafia" in NSc 1921, pp. 235-262.

G. Calza, "Gli Horrea tra il Tevere e il decumano, nel centro di Ostia antica" in NSc 1921, pp. 360-383.

G. Calza, “Il tipo di Artemide Amazzone” in Ausonia X, 1921, pp. 160-168.

G. Calza, “The aesthetics of the antique city” in Art and Archaeology XII, 1921, pp. 211-217.

G. Calza, “Il problema degli affitti…venti secoli fa” in Tutto, III, 3, 16 gennaio 1921.

G. Calza, “Roma quadrata” in Tutto, III, 7, 13 febbraio 1921

G. Calza, “The memorials of Rome in the Italian Colonies” in Art and Archaeology XI, 4, april 1921, pp. 131-144.

G. Calza, “L’estetica della città antica” in Rassegna d’arte antica e moderna, VII, 8, agosto 1921, pp. 261-4.

G. Calza, “Un gingillo d’osso lavorato” in Dedalo II, 6, novembre 1921, pp. 353-8.

1922

G. Calza, "Ostia: gruppo di sculture scoperte nell'area dell'antica città" in NSc 1922, pp. 87-96.

G. Calza, “Per Ettore Pais nel XL anno del suo insegnamento” in Rassegna Italiana XLIX, 1922, pp. 1–7.

G. Calza, “L’ordinamento archeologico artistico della Venezia Giulia e Tridentina” in Le Nuove Provincie I, fasc. 5 -6, 1922, pp. 125-130.

G. Calza, “Teorie estetiche degli antichi sulle costruzione delle città” in BullCom 1922, pp. 127-150.

G. Calza, “La resurrezione di Ostia antica” in La Terra e la Vita I, 1922, pp. 261-268.

G. Calza, “Ostie, le port de Rome” in Bulletin de la Societé Française des Fouilles Archèologiques 1922, pp. 284-308.

G. Calza, “L’Artemide di Ostia” in BA, marzo 1922, pp. 395-402.

G. Calza, “Art and Archaeology in Italy in 1921” in Art and Archaeology XIII, 5, May 1922, pp. 217- 230.

G. Calza, “The Portraits of Saint Peter and Saint Paul” in Art and Archaeology XIII, 6, June 1922, p. 283.

G. Calza, “Archeologia e politica italiana in Oriente” in Rassegna Italiana del Mediterraneo, giugno 1922.

G. Calza, “Figure di imperatrici romane in Rassegna d’arte antica e moderna IX, 9-10, settembre–ottobre 1922, pp. 273-277.

G. Calza, “L’importanza storico-archeologica delle resurrezione di Ostia” in Atene e Roma, ottobre-dicembre 1922, pp. 229-239.

1923

G. Calza, “La politica commerciale di Roma antica” in Rassegna Italiana LX, 1923, pp. 3–12.

G. Calza, “J. Carcopino - Virgile et les origines d’Ostie, in Bibliothèque des Écoles Fr. d’Athènes et Rome, n. 116” in Archivio della R. Società Romana di Storia patria XLVI, 1923, pp. 1-8.

G. Calza, “L’Antiquarium Ostiense nel Castello di Giulio II della Rovere” in BA 1923, VII, pp. 321-333.

G. Calza, "Esplorazione dell'isolato a ovest del Campidoglio di Ostia (cd. Tempio di Vulcano)" in NSc 1923, pp. 177-187.

G. Calza, "Ostia: silloge epigrafica ostiense" in NSc 1923, pp. 397-411.

G. Calza, “Le origini latine dell’abitazione moderna, con ricostruzioni e appendici di I. Gismondi” in Architettura e Arti decorative III, 1-2, 1923, pp. s.n.

G. Calza, “Ostia, emporio commerciale dell’impero di Roma” in Le vie d’Italia n. 1, gennaio 1923, pp. 5–12.

G. Calza, “Il porto di un impero: Pola e le Isole Brioni” in La Terra e la Vita II, febbraio 1923, pp. 33-40.

G. Calza, “The resurrection of a Word, greek tragedies and roman comedies in the antique theatres of Syracuse and Ostia” in Art and Archaeology XV, 2, Feb. 1923, pp.65-71.

G. Calza, “La carta archeologica d’Italia” in Le vie d’Italia n. 4, aprile 1923, pp. 409-417.

G. Calza, “Pompei che rinasce” in Le vie d’Italia n. 7, luglio 1923, pp. 707-715.

G. Calza, “Una città Romana dell’Asia Minore: Adalia” in Le vie d’Italia n. 11, novembre 1923, pp. 1227-1232.

 

Direttore degli Scavi di Ostia (1924-1939)

 

CalzaGuido Calza circondato dal personale della Soprintendenza di Ostia antica, in uno scatto del 1932. Sulla sinistra si riconosce Italo Gismondi (Archivio Fotografico, neg. A 2230).

 

1924

G. Calza, "Ostia: scoperta di una iscrizione e di un santuario a Jupter Caelus (Ahoura-Mazda)" in NSc 1924, pp. 69-79.

G. Calza, “Le strade di Roma nel mondo” da Le vie d’Italia e dell’America Latina III, 1924, pp. 835–843.

G. Calza, “L’Italia nuova: Parenzo” in Le vie d’Italia n. 2, febbraio 1924, pp. 175–182.

G. Calza, “Città romane di Francia: Arles” in Le vie d’Italia n. 4, aprile 1924, pp. 347–352.

G. Calza, “Giovinezza imperiale romana” in Roma II, 12, dicembre 1924, pp. 566-569.

G. Calza, “The Sea–port of an empire, Pola and the Brioni islands” in Review of the U.N.I.T.I. II, 12, dec. 1924, pp. 281-287

1925

G. Calza, "Ostia: ricognizioni topografiche nel Porto di Traiano" in NSc 1925, pp. 54-80.

G. Calza, “La résurrection du Forum d’Auguste” in Revue de l’U.N.I.T.I. III,1, jan. 1925, pp.1-6.

G. Calza, “Some Portraits of Roman Empresses” in Art and Archaeology XIX, 2, feb. 1925, pp. 93-99.

G. Calza, “Città romane di Francia: Nimes” in Le vie d’Italia, XXXI, 3, marzo 1925, pp. 234-240.

G. Calza, “Ostia e Pompei” in Roma III, 3, marzo 1925, pp. 97-104.

G. Calza, “La louve du Capitole” in Revue de l’U.N.I.T.I. III,5, mai 1925, pp.121-125.

G. Calza, “Tripolitania romana: Sabratha e Leptis Magna” in Le vie d’Italia, XXXI,7, luglio 1925, pp. 723-732.

G. Calza, “Africa romana” in Le vie d’Italia e dell’America latina, XXXI, 10, ottobre 1925, pp. 1227-1234.

G. Calza, “Sabratha and Leptis Magna, the glories of Roman Tripolitania” in Art and Archaeology XX, 4, oct. 1925, pp. 211-221.

1926

G. Calza, “Rassegna archeologica di Roma” in Historia, gennaio-marzo 1926.

G. Calza, “Ettore De Ruggero (necrologio)” in Historia, gennaio–marzo 1926.

G. Calza, “Il convegno archeologico sardo” in Rassegna Italiana 98, luglio 1926, pp. 3-7.

G. Calza, “L’archeologia della zappa e del piccone” in Rassegna Italiana, nov. 1926, pp. 746-758.

1927

G. Calza, Il teatro romano di Ostia, Roma-Milano, s.d. (1927).

G. Calza, "Ostia: rinvenimenti epigrafici" in NSc 1927, pp. 379-431.

G. Calza, “La figurazione di Roma nell’arte antica” in Dedalo VII, 9, aprile 1927, pp. 663-686.

G. Calza, “Pompeii today” in Art and Archaeology XXIII, may 1927, pp. 195-206.

G. Calza, “Il teatro di Ostia” in Capitolium V, 2, maggio 1927.

G. Calza, “La città della Sibilla: Cuma” in Italia Augusta, maggio 1927, pp. 27-32.

G. Calza, “Picturesque Sardinia” in Art and Archaeology XXVI, jul.-aug. 1928, pp. 37-43.

G. Calza, “L’impero di Traiano in un libro di R. Paribeni” in Historia, ottobre–dicembre 1927, pp. 68-74.

G. Calza, “Rassegna archeologica di Roma e provincia” in Historia, ottobre–dicembre 1927, pp. 90-95.

1928

G. Calza, "Ostia: rinvenimenti nell'Isola Sacra" in NSc 1928, pp. 133-175.

G. Calza, “Le nuove scoperte archeologiche a Isola Sacra” in Italia Augusta, gen. 1928, pp. 64-70.

G. Calza, “La politica del grano in Roma antica” in Italia Augusta, feb. 1928, pp. 49-55.

G. Calza, “Picturesque Sardinia” in Art and Archaeology XXVI, jul.-aug. 1928, pp. 37-43.

G. Calza, “La valle del Quieto in Istria” in Italia Augusta, V, 9, set. 1928, pp. 41-48.

G. Calza, “I giardini di Roma” in Italia Augusta, V, 9, set. 1928, pp. 49-56.

1929

G. Calza, “Per il restauro del teatro di Ostia” in BA 9, 1929, pp. 232-235.

G. Calza, “Ostia prima colonia di Roma alla luce dei più recenti scavi” in AA 1929, 3/4, coll. 451-466.

G. Calza, “La via dell’Imperatore Domiziano nella Bonifica di Licola e Varcaturo” in Quaderno mensile dell’Opera Naz. Combattenti, VIII, agosto 1929, pp. 41-47.

G. Calza, “L’agricoltura, elemento vitale della civiltà romana” in Quaderno mensile dell’Opera Naz. Combattenti, X, ottobre 1929, pp. 17-24.

1930

G. Calza, H. Kristoferson, T. Kleberg, "Ostia: nuove iscrizioni ostiensi" in NSc 1930, pp. 184-213.

G. Calza, “La première capitale de l’Italie sous la domination de Rome” in Les Hirondelles VIII, 1, jan. 1930, pp. 1-4.

G. Calza, “Les Thermes récemment découverts à Ostie” in Les Hirondelles VIII, 5, mai 1930, pp. 99-104.

G. Calza, “Il sepolcreto dei portuensi all’Isola Sacra” in Capitolium VI, 7, luglio 1930, pp. 358-364.

G. Calza, “Roman Necropolis brought to light near Ostia” in Art and Archaeology XXX, 5, nov. 1930, pp. 169-175.

G. Calza, “Une Nécropole romaine découverte aux bouches du Tibre” in Les Hirondelles VIII, 11, nov. 1930, pp. 239-244.

1931

G. Calza, "Ostia - Isola Sacra. La necropoli del Portus Romae" in NSc 1931, pp. 510-542.

G. Calza, “Arti e mestieri nei rilievi sepolcrali dell’Isola Sacra” in La conquista della terra, aprile 1931, pp. 11-15.

G. Calza, “Il cimitero del porto di Roma imperiale” in La rivista illustrata dal Popolo d’Italia IX,6, giugno 1931, pp. 46-51.

G. Calza, “Gli scavi di Ostia” in Il Rotary, VIII, 8, agosto 1931, pp. 285-289.

G. Calza, “Arts et métiers des Romains dans les bas–reliefs des tombeaux de l’Ile Sacrée” in Les Hirondelles IX, 9, sept. 1931, pp.179-183.

G. Calza, “La necropoli del porto di Roma imperiale” in l’Illustrazione Vaticana II, 17, 15 settembre 1931, pp. 15-18.

G. Calza, “Il sepolcreto dell’antico Porto di Roma” in Le vie d’Italia XXXVII, 11, novembre 1931, pp. 871-877.

G. Calza, “Il sepolcro del Portus Romae” in Bollettino Ass. Studi Mediterranei II, 5, dicembre 1931, pp. 8-14.

1932

G. Calza, "Ostia: Un muovo frammento di Fasti Annali (anni 108-113)" in NSc 1932, pp. 188-205.

G. Calza, “La Nécropole du port de Rome” in Gazette des beaux–arts, jan. 1932, pp. 365-374.

G. Calza, “Una figura ritratto Archigallo scoperta nella Necropoli del Portus Romae” in Historia, aprile–giugno 1932, pp. 221-237.

G. Calza, “Un frammento di Fasti – Annali di Roma scoperto ad Ostia” in Bollettino Ass. Studi Mediterranei IV, ottobre – novembre 1932, pp. 26-29.

1933

G. Calza, “Nekropolen for Kejsartidens Porto di Roma” in Sartryck ur Sverige-Italien, 1933, pp. 11-16.

G. Calza, “Ostia in The Light of Recent Discoveries” in Antiquity, dec. 1933, pp. 405-409.

1934

G. Calza, L’antiquarium di Ostia, Roma, 1934.

G. Calza, "Ostia: tre nuovi frammenti di Fasti Ostienses" in NSc 1934, pp. 247-263.

G. Calza, “Commemorazione di S. Monica” in Boll. Amici delle Catacombe 1-2, 1934, pp. 1-14.

G. Calza, “Il museo antiquario di Ostia” in Bollettino Ass. Studi Mediterranei, V, 3, agosto-settembre 1934, pp. 65-86.

1935

G. Calza, “Il teatro augusteo di Ostia” in ?, 1935 (?).

G. Calza, “Uncovering Ancient Ostia” in The Rotarian, aug. 1935, pp. 37-39.

G. Calza, “Ostia el puerto de la vieja Roma” in La rivista Rotaria, oct. 1935, pp. 11-13.

G. Calza, “Aksum, capitale religiosa dell’Etiopia” in Sapere, 15 novembre 1935, pp. 298-299.

1936

G. Calza, “Un sepolcreto di liberti ostiensi” in BullCom 1936, pp. 5-12.

G. Calza, “Conte Davide Costantini (necrologio)” in Ass. Internazionale Studi Mediterranei, 1936.

G. Calza, “Alte Geschichte: Inscriptiones Latii Veteris Latinae – rec. a Wickert” in Deutsche Literaturzeitung, 15 marzo 1936, coll. 462-466.

G. Calza, “Un sepolcreto di liberti imperiali scoperto ad Ostia” in Le vie d’Italia XLII, 10, ottobre 1936, pp. 671-675.

G. Calza, "Come si scava una città antica" in Sapere 4, 1936, pp. 238-239.

G. Calza, "Il mosaico della caccia ad Ostia Antica" in Sapere 4, 1936, pp. 267-295.

G. Calza, “Le nouveau musée romain d’Ostie” in Mouseion 35-36, 1936, pp. 59-70.

1937

G. Calza, “Il quartiere dei villini nella vecchia Pompei” in Palladio III, 1937, pp. 116-117.

G. Calza, “La famiglia di Augusto” in Quaderni Augustei V, 1937, pp. 3-27.

G. Calza, “La potenza marinara di Roma” in Sul mare XIII, 9-10, 1937, pp. 16-22.

G. Calza, “I servizi annonari di Roma imperiale” in Capitolium XII, 5, maggio 1937, pp. 270-278.

G. Calza, "Come si prepara la Mostra della Romanità" in Sapere 5, 1937, pp. 107-110.

G. Calza, "Il Tevere nell’antichità" in Capitolium 12, 1937, pp. 309-318.

G. Calza, “L’espansione e la vita di Roma antica sulla spiaggia ostiense” in Capitolium 12, 1937, pp. 331-341.

 

Gli scavi dell'Esposizione Universale (1938-1942)

 

Calza E42Guido Calza (a destra) esamina il gruppo dei lottatori (inv. 1138), appena riportato in luce presso la Schola del Traiano, in uno scatto dell'8 luglio 1938 (Archivio Fotografico, neg. C 1314).

1938

G. Calza, "Ostia: sepolcreto lungo la via Laurentina" in NSc. 1938, pp. 26-74.

G. Calza, “La resurrezione di Ostia antica per l’Esposizione Universale del Ventennale” Roma, Istituto di Studi Romani, 1938.

G. Calza, “Le più recenti scoperte in Ostia antica” in Capitolium XIII, 1, gennaio 1938, pp. 1-14.

G. Calza, “Ostia antica e l’Esposizione Universale di Roma” in L’Urbe III, 2, febbraio 1938, pp. 1-6.

G. Calza, “La resurrezione di Ostia antica per l’Esposizione Universale di Roma” in Gnomon 14, nov. 1938, pp. 605-608.

G. Calza, “Ostia, scoperte nelle campagne di scavo 1936-1938” in BullCom 66, pp. 300-307.

1939

G. Calza, "Ostia: un muovo frammento dei Fasti" in NSc 1939, pp. 361-365.

G. Calza, “Die Taverne der Sieben Weisen in Ostia” in Die Antike XV, 1939, pp. 99-115.

G. Calza, “Note bibliografiche J. Carcopino, La vie quotidienne à Rome à l’apogée de l’Empire” in BullComm 1939, pp. 135-140.

G. Calza, “Un documento del culto imperiale in una nuova iscrizione ostiense” in Epigraphica, gennaio-marzo 1939, pp. 28-36.

G. Calza, “Scavi di Ostia” in Le Arti I, IV, aprile-maggio 1939, pp. 388-393.

G. Calza, “Due nuovi frammenti di fasti ostiensi; Epigrafe sepolcrale contenente disposizioni testamentarie” in Epigraphica, aprile-giugno 1939, pp. 151-162.

G. Calza, “Le botteghe in Roma antica” in Capitolium XIV, 5, maggio 1939, pp. 221-230.

G. Calza, “Ostia risorge per l’Esposizione Universale di Roma” in Le vie d’Italia, XLV, 9, settembre 1939, pp. 1228-1237.

G. Calza, “L’Africa fornitrice dell’annona di Roma” in Roma, dicembre 1939, pp. 1-12.

G. Calza, “Ostia prima colonia marinara di Roma” in Romana, III, 12, dicembre 1939, pp. 737-744.

1940

G. Calza, La Necropoli del Porto di Roma nell'Isola Sacra, Roma, 1940.

G. Calza, “La gazzetta ufficiale dell’impero romano” in Sapere 124, 29 febbraio 1940, p. 116.

G. Calza, “I nuovi scavi di Ostia” in La Rivista illustrata del Popolo d’Italia, maggio 1940, pp. 7-14.

G. Calza, “Il ritratto di Temistocle scoperto a Ostia” in Le Arti II, III, febbraio–marzo 1940, pp. 152-161.

G. Calza, “Le pietre parlano, nuovi scavi e nuove scoperte ad Ostia ricostruita” in Civiltà 1, 1940, pp. 33-43.

G. Calza, “Lo scavo di Ostia antica per l’Esposizione Universale di Roma” in Romana IV, 11, nov. 1940, pp. 659-666.

G. Calza, “Assetto e restauro delle rovine di Ostia Antica” in AA.VV., Atti del III Convegno Nazionale di Storia dell’Architettura (Roma 1938), Roma, 1940, pp. 343-348.

G. Calza, “Una basilica di età costantiniana scoperta a Ostia” in RendPontAc XVI, 1940, pp. 63-88.

1941

G. Calza, “Ostia, edificio degli Augustali “ in NSc 1941, pp. 196-209.

G. Calza, “Contributi alla storia dell’edilizia imperiale romana. Le case ostiensi a cortile porticato” in Palladio 5, 1941, pp. 1-33.

G. Calza, "Die Auferstehung von Ostia" in Illustrazione Italiana, Deutsche Ausgabe, 68, 53, pp. 1863-1866.

G. Calza, "La popolazione di Roma antica" in BullCom 69, 1941, pp. 142-159.

G. Calza, "Nuovi contributi ostiensi alla conoscenza dell’edilizia privata romana" in Bullettino del Museo dell’Impero Romano 12, 1941, pp. 81-82.

G. Calza, “Una grandiosa impresa archeologica: la rinascita di Ostia Antica” in Rassegna italiana 54, 1941, pp. 363-368.

G. Calza, “I nuovi grandi scavi di Ostia” in BullCom 69, 1941, pp. 129- 131.

1942

G. Calza, "Il Tempio della Bona Dea ad Ostia" in NSc 1942, pp. 152-165.

G. Calza, “Ancora sulla basilica cristiana di Ostia” in RendPontAc 18, 1941-42, pp. 135-148.

 

Gli ultimi anni (1943-1946)

 

1943

G. Calza, "Die Wiedererstehung von Ostia" in Italien 2, 1943, pp. 36-40.

1944

G. Calza, "Le memorie del cristianesimo a Ostia" in RendPontAc 21, 1944-45, p. 3 sgg.

 

Pubblicazioni postume

 

G. Calza, “Il santuario della Magna Mater a Ostia” in MemPontAc VI, 1946, pp. 183-205.

G. Calza, “Una statua di porfido trovata nel Foro” in RendPontAc 22, 1946-47, pp. 185-191.

G. Calza, “Nuove testimonianze del cristianesimo a Ostia” in RendPontAc 25-26, 1949-51, pp. 123-138.

Calza (a cura di), Scavi di Ostia I, Topografia generale, Roma, 1953.