La tutela territoriale

La tutela dei beni culturali e paesaggistici presenti nel territorio del Parco Archeologico di Ostia Antica, è regolata dal Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 "Codice dei beni culturali e del paesaggio", ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137, il cosiddetto "Codice Urbani" che ha riordinato la precedente legislazione, in particolare rimodulando la Legge 1089 del 1 giugno 1939 sulla "Tutela delle cose di interesse storico artistico".

Il Parco Archeologico di Ostia Antica rilascia autorizzazioni e prescrizioni per i lavori pubblici e privati che interessano aree di competenza istituzionale e di cui sia nota la rilevanza archeologica o paesaggistica, in particolare quando queste aree sono tutelate ai sensi del D.Lgs. 42/2004.

Il territorio di competenza istituzionale del Parco si articola fra i Comuni di Roma (Municipio X) e Fiumicino, ed è suddiviso secondo ambiti e aree di competenza assegnati a funzionari archeologi e architetti.

Il Parco Archeologico di Ostia Antica è costituito dalle aree archeologiche di Ostia Antica e Isola Sacra, dal complesso degli antichi porti di Claudio e Traiano, ed è cosi delimitato:

  1. confine lato nord: via Portuense, viale di Porto, viale del lago di Traiano, rampe autostrada Roma - Fiumicino, rotonda martiri di Kindu, recinzione aeroportuale, viale del porto di Traiano;
  2. confine lato ovest: dalla via Coccia di morto, vicolo Coccia di morto, via del Branzino, via dei Mitili, via della Foce Micina, fossa Traiana fino all'intersezione con via della Scafa.
  3. confine lato sud ovest: dall'antica linea di costa corrispondente all'allineamento di via della Scafa con il confine ovest dell'area demaniale di Tor Boacciana, sponda sx del Tevere, limite sud-ovest del DM 05.02.1959, sino alla SS8b (Via del Mare), limite nord-est dell'area urbanizzata di Ostia Lido sino all'intersezione con Via dei Pescatori;
  4. confine lato sud-est: dalla via dei Pescatori fino all'intersezione con via di Castel Fusano;
  5. confine lato est: dalla via di Castel Fusano, via Ostiense, via del Collettore Primario e fiume Tevere, fino all'intersezione con la via Portuense

Ufficio tutela archeologica

Cura i procedimenti amministrativi di verifica e di dichiarazione di interesse culturale (decreto di vincolo), di occupazione temporanea di immobili per l’esecuzione di scavi archeologici; propone alla DG ABAP eventuali diritti di prelazione; rilascia prescrizioni e autorizzazioni per lavori pubblici e privati che interessano aree di rilevanza archeologica, in particolare quando tutelate ai sensi degli artt. 13,21,45 del D.Lgs. 42/2004. All’interno del territorio del Parco, così come delimitato nel DM 9 aprile 2016, l’Ufficio è organizzato per competenze territoriali così distribuite:

 

TRASTEVERE OSTIENSE

(area del Parco ricadente nel X Municipio del Comune di Roma, delimitata a nord dalla Via del Collettore Secondario e dal suo prolungament verso il Tevere, a ovest da Via delle Saline, a sud dall'Area archeologica di ostia antica, a est dal Tevere).

dott.ssa Claudia Tempesta (funzionario archeologo responsabile)

dott.ssa Barbara Roggio (funzionario archeologo vice responsabile)

sig. Bernardino Carboni (assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza)

 

X MUNICIPIO NORD

(area del Parco ricadente nel X Municipio del Comune di Roma, delimitata a nord dal corso del Tevere, a est da Via del Collettore Primario, a sud dalla Via dei Romagnoli e dall'Area archeologica di Ostia antica).

dott.ssa Barbara Roggio (funzionario archeologo responsabile)

dott. Daffara (funzionario archeologo vice responsabile)

sig. Bernardino Carboni (assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza)

 

X MUNICIPIO SUD

(area del Parco ricadente nel X Municipio del Comune di Roma, delimitata a nord dall'Area archeologica di Ostia antica e dalla via dei Romagnoli, a est dalla via di Castel Fusano, a ovest dall'allineamento delle recinzioni delle aree demaniali di Ostia e di Procoio fino all'intersezione con via di Castel Fusano).

dott. Dario Daffara (funzionario archeologo responsabile)

dott.ssa Barbara Roggio (funzionario archeologo vice responsabile)

sig. Bernardino Carboni (assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza)

 

FIUMICINO NORD

(area del Parco ricadente nel Comune di Fiumicino (nord) e delimitata a sud dal canale di Fiumicino -“Fossa Traiana” e dal fiume Tevere, a ovest, nord ed est dai confini del Parco).

dott.ssa Cristina Genovese (funzionario archeologo responsabile)

dott.ssa Marina Lo Blundo (funzionario archeologo vice responsabile)

sig. Bernardino Carboni (assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza)

 

FIUMICINO SUD

(area del Parco a nord del canale di Fiumicino – “Fossa Traiana”, a est e a sud dal Tevere, a ovest dai confini del Parco).

dott.ssa Cristina Genovese (funzionario archeologo, responsabile)

sig. Bernardino Carboni (assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza)

 

Ufficio tutela architettonica e paesaggistica

Cura i procedimenti amministrativi di verifica e di dichiarazione di interesse culturale (decreto di vincolo) e rilascia prescrizioni e autorizzazioni per i lavori pubblici e privati che interessano aree di rilevanza paesaggistica, in particolare quando tutelate ai sensi degli artt.139,146,150 D.Lgs. 42/2004.

X MUNICIPIO (Comune di Roma)

Comprende il territorio del Parco come da D.M. 9 aprile 2016, art. 8 ricadente nel X Municipio del Comune di Roma

arch. Maria Chiara Alati (funzionario architetto responsabile)

FIUMICINO NORD

Comprende il territorio del Parco come da D.M. 9 aprile 2016, art. 8 ricadente nel territorio del Comune di Fiumicino a nord della Fossa Traiana

arch. Claudia Irene Mornati (funzionario architetto responsabile)

FIUMICINO SUD

Comprende il territorio del Parco come da D.M. 9 aprile 2016, art. 8 ricadente nel territorio del Comune di Fiumicino a sud della Fossa Traiana

arch. Maria Chiara Alati (funzionario architetto responsabile)

COORDINAMENTO PROCEDURE VIA E VAS D'INTERESSE SOVRATERRITORIALE

Arch. Claudia Irene Mornati (funzionario architetto responsabile)